In cosa consiste il test di Architettura

La prova di ammissione ai corsi di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico, direttamente finalizzati alla formazione di architetto, è regolata a livello nazionale attraverso un Decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), che ne stabilisce la data di svolgimento, i requisiti e i programmi.

Il test si svolge su supporto cartaceo e consiste in 60 quesiti a risposta multipla, di cui una sola tra quelle indicate è esatta.

Il tempo a disposizione per lo svolgimento del Test di Architettura è di 100 minuti.

Per approfondimenti sulle modalità di svolgimento della prova puoi consultare il video del MIUR sul test di Architettura 2017

Per l'ammissione ai corsi è richiesta una sufficiente cultura generale, con particolari attinenze all'ambito storico, sociale e istituzionale, affiancata da capacità di lavoro su testi scritti di vario genere (artistico, letterario, storico, sociologico, filosofico, ecc.) e da attitudini al ragionamento logico-astratto, sia in ambito matematico che linguistico.

Le materie su cui verte la prova sono:

Cultura generale e ragionamento logico

Accertamento della capacità di completare logicamente un ragionamento, in modo coerente con le premesse, che vengono enunciate in forma simbolica o verbale attraverso quesiti a scelta multipla.
I quesiti verteranno su testi di saggistica scientifica o narrativa di autori classici o contemporanei, oppure su testi di attualità comparsi su quotidiani o su riviste generalistiche o specialistiche; verteranno altresì su casi o problemi, anche di natura astratta, la cui soluzione richiede l’'adozione di forme diverse di ragionamento logico.
Quesiti relativi alle conoscenze di cultura generale completano questo ambito valutativo.

Storia

La prova è mirata ad accertare coerenti criteri generali di orientamento cronologico rispetto a protagonisti e fenomeni di rilievo storico (dell'Età antica, dell'alto e basso medioevo, dell'età moderna, dell'età contemporanea). Tali orientamenti storico-cronologici generali saranno verificati anche attraverso l'accertamento di conoscenze intrecciate alle specifiche vicende artistico-architettoniche (opere di architettura o correnti artistiche).

Disegno e rappresentazione

La prova è mirata all'accertamento della capacità di analizzare grafici, disegni, e rappresentazioni iconiche o termini di corrispondenza rispetto all'oggetto rappresentato, oltre che della padronanza di nozioni elementari relative alla rappresentazione (piante, prospetti, assonometrie).

Matematica e fisica

La prova è mirata all'accertamento della padronanza di:

  • insiemi numerici e calcolo aritmetico (numeri naturali, relativi, razionali, reali; ordinamento e confronto di numeri; ordine di grandezza; operazioni, potenze, radicali, logaritmi), calcolo algebrico, geometria euclidea (poligoni, circonferenza e cerchio, misure di lunghezze, superfici e volumi, isometria, similitudini e equivalenze, luoghi geometrici), geometria analitica (fondamenti), probabilità e statistica (fondamenti), elementi di trigonometria (fondamenti);
  • nozioni elementari sui principi della Meccanica: definizione delle grandezze fisiche fondamentali (spostamento, velocità, accelerazione, massa, quantità di moto, forza, peso, lavoro e potenza); legge d'inerzia, legge di Newton e principio di azione e reazione), fondamenti di Statica;
  • nozioni elementari sui principi della Termodinamica (concetti generali di temperatura, calore, calore specifico, dilatazione dei corpi);
  • nozioni elementari di Elettrostatica ed Elettrodinamica: legge di Coulomb, campo e potenziale elettrico, condensatori, condensatori in serie e in parallelo, corrente continua, resistenza elettrica, legge di Ohm, resistenze in serie e in parallelo.


E' severamente vietato introdurre nelle aule cellulari, palmari o altra strumentazione similare, a pena annullamento della prova come previsto dal Decreto Ministeriale n.546 del 30/06/2016 all'allegato 1, punto 9, lettera f).

Ti invitiamo a non portare con te tali dispositivi il giorno della prova.

Verifica della conoscenza della lingua inglese

Per i corsi di laurea erogati in lingua italiana il Politecnico di Milano richiede agli studenti immatricolati, oltre alla prova di ammissione, anche la conoscenza della lingua inglese.

Per l'A.A. 2017/18 il Test di Architettura non prevede una sezione di inglese.
Gli studenti immatricolati devono pertanto dimostrare la conoscenza della lingua inglese:

  • presentando una delle certificazioni riconosciute dal Politecnico di Milano (Guida alla lingua Inglese);
  • partecipando ad apposite sessioni dedicate di test per la verifica della conoscenza della lingua inglese (TENG).

Per il corso di laurea Architectural Design (Progettazione dell'Architettura) erogato in lingua inglese nel Campus di Milano Leonardo, il Politecnico di Milano richiede agli studenti immatricolati, oltre alla prova di ammissione, anche la conoscenza della lingua inglese al livello indicato nella Guida alla lingua Inglese.