Tasse universitarie

L'importo annuo totale delle tasse e dei contributi universitari per uno studente che inserisce un numero di CFU non superiore a 74 è compreso tra un minimo di circa 895,20 Euro ed un massimo di circa 3.898,20 Euro.

L'importo totale (dato dalla somma di tutti i contributi dovuti) viene pagato in 2 rate (non sono previste ulteriori possibilità di rateizzazione della contribuzione): 1° rata fissa pari a 895,20 € (salvo i casi in cui lo studente può richiedere una riduzione, ai sensi della legge di bilancio 2017 - vedi oltre); 2° rata variabile in cui lo studente paga la quota rimanente.

  • la prima rata si versa al momento dell'immatricolazione
  • la seconda rata in generale tra il mese di maggio/giugno

L'importo totale per poterti iscrivere a un anno accademico comprende:

  • l'imposta di bollo (16,00 €), prevista dalla legge
  • la tassa regionale per il diritto allo studio (140,00 €)
  • l'assicurazione contro gli infortuni (3,97 €, scarica la polizza) e quella contro i furti (12,23 €, scarica la polizza)
  • il cosiddetto "contributo onnicomprensivo", a copertura dei servizi didattici, scientifici e amministrativi

Tutti i dettagli sulla contribuzione studentesca, scadenze ed importi sono indicati alla pagina Tasse borse e agevolazioni economiche.

PRIMA RATA

L'importo della prima rata delle tasse è di € 895,20 sia per i corsi di laurea sia per quelli di laurea magistrale.

PRIMA RATA RIDOTTA

La nuove legge di stabilità 232/2016 prevede una contribuzione agevolata per gli studenti che siano in possesso di un indicatore ISEE inferiore ai 30.000 euro.

Se dichiarerai per tempo di appartenere ad un nucleo familiare il cui ISEE 2018 (Uso prestazioni per il diritto allo studio universitario) è inferiore a € 23.328 avrai diritto ad una prima rata ridotta.

Vedi la pagina Esoneri previsti dalla legge di Bilancio

IMMATRICOLAZIONE II SEMESTRE A.A. 2018/2019 CORSI DI LAUREA MAGISTRALE - RATA RIDOTTA
Se ti immatricolerai nel II semestre 2018/2019 ad un corso di Laurea magistrale potresti avere diritto alla riduzione della 1° rata se il tuo indicatore ISEE 2019 (uso "Prestazioni per il diritto allo studio universitario") risulta inferiore a € 23.328. 

Per avere diritto alla riduzione in previsione di una tua eventuale immatricolazione,  ti consigliamo di richiedere a partire da gennaio 2019  il tuo ISEE 2019 (uso "Prestazioni per il diritto allo studio universitario").
Inserisci la data di sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), andando sui Servizi Online (www.polimi.it/servizionline) alla voce “inserimento ISEE per immatricolazioni. 
L’INPS impiega al massimo 10 gg per elaborare i tuoi dati e comunicarli al Politecnico. Quindi se non sono passati almeno 10 giorni dalla data di sottoscrizione il nostro sistema non potrà elaborare la rata ridotta e potresti dover pagare la rata piena.

Maggiori informazioni alla pagina Esoneri previsti dalla legge di bilancio 2017

Ricordati perciò di inserire al più presto il tuo ISEE Università all’interno degli applicativi Online andando su www.polimi.it/servizionline --> Dati -->  tasse universitarie --> Dichiarazioni ISEE
Inserisci la data di sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (vale a dire il documento che hai presentato all'INPS per chiedere il calcolo dell'ISEE)  rispettando le scadenze comunicate sul sito o via mail per ottenere le agevolazioni di cui potresti avere diritto.
Se non inserirai il tuo ISEE ti verrà chiesto di pagare il contributo onnicomprensivo pieno.

Gli studenti con soli redditi e patrimoni all'estero non sono tenuti alla presentazione del proprio ISEEU-PARIFICATO in quanto per questa categoria non è prevista la riduzione della prima rata che sarà di importo pieno.

SECONDA RATA

L'importo della seconda rata varia a seconda:

  • della fascia di reddito a cui appartieni, che viene definita in funzione dell’ISEE 2019 (Uso prestazioni per il diritto allo studio universitario)
  • del numero di CFU che inserisci nel tuo Piano degli studi

Per informazioni più dettagliate e complete relative alle Tasse puoi consultare il "Regolamento in materia di contribuzione studentesca".