Corsi di Laurea

Design degli interni

Sede
Milano Bovisa

Scuola
Design

Lingua di erogazione
Italiano

Durata del corso
3 anni

Ammissione
Test di Design

Presentazione

Un interno privato o pubblico (museo, ospedale, ufficio, aeroporto, stazione), permanente o temporaneo (gli allestimenti in genere), è un insieme complesso di elementi (spazi, arredi, luci, colori, suoni) che determinano il livello qualitativo della relazione tra gli individui e lo spazio stesso. La continua e veloce evoluzione dei modi del vivere contemporaneo presuppone l'allestimento di spazi per attività continuamente rinnovate; le mutate condizioni dei mercati e della produzione richiedono che gli spazi non solo rispondano a requisiti prestazionali, ma possiedano anche un alto contenuto simbolico, espressivo e comunicativo. Progettare significa, quindi, assumere l'involucro come punto di partenza per lavorare al suo interno, operando non solo sui sistemi di allestimento e di arredo, ma anche su tutta la gamma di componenti immateriali che attribuiscono allo spazio una precisa identità e generano inedite forme di relazione con gli utenti (luce, colore, materiali, condizioni di comfort ambientale, etc.).

Gli ambiti in cui si sviluppa l'attività del Designer di Interni sono numerosi.

I principali sono: spazi abitativi domestici, a uso privato e collettivo; spazi del lavoro; spazi pubblici ( come ad esempio musei, ospedali, scuole e interni urbani) spazi legati all’ospitalità e per la vendita di beni e servizi,  luoghi per la ristorazione e l'intrattenimento .
Obiettivo formativo del corso di laurea in Design degli Interni è quello di fornire allo studente le competenze necessarie a elaborare un progetto di interni nelle sue diverse fasi: dall’individuazione del concept, allo sviluppo del progetto nelle diverse fasi che accompagnano la definizione e la realizzazione di uno spazio. Le competenze fondamentali acquisite al termine del corso di laurea riguardano: la lettura dei bisogni e dei comportamenti degli utenti, nonché gli aspetti sociali, culturali, psicologici, ergonomici che condizionano le modalità d'uso degli spazi; l'elaborazione di soluzioni progettuali innovative, coerenti con le diverse modalità di fruizione degli ambienti da parte degli utenti; la capacità di cogliere il rapporto esistente tra la progettazione degli spazi interni e la dimensione dei servizi che vengono erogati nell'ambito di questi spazi, soprattutto per precise tipologie di interni (spazi per la cultura, ambienti espositivi e per eventi, spazi per la vendita di beni e servizi, i luoghi per la ristorazione e l'intrattenimento).

Ulteriori informazioni:
- Insegnamenti del piano di studi
- Regolamento didattico del corso di laurea

Sbocchi professionali

Il laureato in Design degli Interni è un tecnico del progetto e ha una competenza specifica nell'area degli interni nelle sue configurazioni spaziali e nelle sue dotazioni allestitive . Gli sbocchi professionali tipici della Laurea in Design degli Interni sono gli studi professionali e le società di progettazione, gli uffici tecnici di aziende attive nell’ambito dell’allestimento della moda e dell’ospitalità oltre a  enti pubblici e privati.

Si elenca di seguito una serie di competenze che, seppur non esaustive, chiariscono meglio possibili ruoli  professionali rivestiti dal laureato in Design degli Interni: Tecnico di progetto di allestimenti; Assistente alla progettazione di ambienti domestici; Assistente alla progettazione di interni pubblici; Assistente nella ricerca e definizione di finiture, materiali e componenti; Disegnatore progettista CAD di ambienti interni; Tecnico della modellizzazione fisica e virtuale degli spazi; Assistente alla progettazione del punto vendita e di spazi destinati al lavoro; Tecnico della progettazione di arredi urbani.

Formazione successiva
Previa valutazione del curriculum formativo, il laureato in Design degli Interni può proseguire gli studi in settori affini quali Interior and Spatial Design, Product Service System Design, Design Navale e Nautico (Vessel & yacht Design), Digital and Interaction Design. Sempre con ammissione subordinata alla valutazione del curriculum di studi, il laureato può orientarsi verso altri corsi di laurea magistrale o Master di 1° livello.