Corsi di Laurea

Ingegneria Edile e delle Costruzioni

Sede
Milano Leonardo

Scuola
Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni

Lingua di erogazione
Italiano

Durata del corso
3 anni

Ammissione
Test di Ingegneria

Presentazione

Perché scegliere il corso di Ingegneria Edile e delle Costruzioni? 
Il settore delle costruzioni oggi, all'interno di percorsi progettuali e costruttivi innovativi, pone sfide impegnative: edifici a basso fabbisogno energetico che garantiscano elevati livelli di comfort, edifici a basso impatto ambientale e ad alto contenuto tecnologico (smart building, smart environment), edifici a basso costo nel ciclo di vita, edifici resilienti e sicuri (sisma e incendio). Per affrontare tali sfide sono necessari ingegneri con solida preparazione scientifica (ingegneria di base) e conoscenze tecniche specialistiche (ingegneria edile e delle costruzioni) relative agli edifici e all’ambiente costruito in generale. Si tratta di giovani ingegneri dinamici, capaci di seguire e, ancor più, di orientare le trasformazioni nel settore delle costruzioni.

Quali figure professionali forma questo corso di studi?
Il corso forma esperti in grado di gestire la complessità che caratterizza gli edifici (sistemi e componenti edilizi, impiantistici, strutture) e di governare i relativi processi di progettazione, costruzione, collaudo, gestione, manutenzione, trasformazione o dismissione. L’ingegnere edile si pone come figura di riferimento nel settore delle costruzioni che sempre più si trasforma secondo i paradigmi di Industria 4.0.
Nello specifico il corso di studi prepara figure per:
- l’ingegnerizzazione del progetto, per quanto attiene agli aspetti tecnologici (involucro, strutture, impianti) prestazionali (contenimento dei consumi energetici, comfort luminoso, termico e acustico, sicurezza antincendio, sisma, impatto ambientale, ecc. …), operativi e cantieristici;
- l’ingegnerizzazione del processo edilizio che, a partire dal progetto, si sviluppa attraverso l'appalto, la costruzione, il collaudo, la gestione, la manutenzione, la dismissione;
- la gestione dei flussi informativi digitali nel processo edilizio (BIM based);
- la progettazione di materiali e componenti edilizi innovativi e il relativo controllo del processo produttivo secondo logiche dFAM (design for Fabrication and Advanced Manufacturing);
- l’attività di supporto alla progettazione architettonica e alla direzione dei processi tecnico-amministrativi.

Come è strutturato il corso?

Il primo anno e il secondo anno sono incentrati sulle materie ingegneristiche di base e dell'ingegneria delle costruzioni. Il terzo anno il corso di laurea si arricchisce di insegnamenti propri dell’ingegneria edile, delle scienze edilizie e di tipo tecnico-applicativo. Il terzo anno ha lo scopo di orientare lo studente alla scelta del percorso di Laurea Magistrale e/o di consolidare le prime competenze dell'ingegnere edile per un immediato inserimento nel mondo del lavoro.

Ulteriori informazioni:
- Insegnamenti del piano di studi
- Regolamento didattico del corso di laurea

Sbocchi professionali
I laureati possiedono conoscenze per operare come ingegnere junior nel campo della progettazione (tecnologica, impiantistica e strutturale), della gestione (del progetto, dei costi e del cantiere), della sicurezza (prevenzione incendi, salute e sicurezza in cantiere) e in molte altre occasioni professionali legate all’innovazione che oggi caratterizza il mondo delle costruzioni.
Il titolo consente, previo superamento dell’Esame di Stato, l’accesso all’Albo degli Ingegneri Junior.

Formazione successiva
Il laureato in Ingegneria Edile e delle Costruzioni potrà accede senza ulteriori integrazioni curricolari ai corsi di laurea magistrale in Ingegneria dei Sistemi Edilizi (erogato in lingua italiana) e a quelli in Building and Architectural Engineering ed in Management of Built Environment (in lingua inglese), erogati dalla Scuola di Architettura, Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni. Al termine del percorso di Laurea sarà possibile integrare e/o approfondire la propria preparazione accedendo a Master di 1° livello e corsi di formazione permanente, acquisendo una o più specializzazioni su tematiche di rilevante attualità nel mondo professionale ed aggiornando costantemente in seguito le proprie competenze professionali.