Corsi di Laurea

Ingegneria Gestionale

Sede
Milano Bovisa - Cremona

Scuola
Ingegneria Industriale e dell'Informazione

Lingua di erogazione
Italiano

Durata del corso
3 anni

Ammissione
Test di Ingegneria

Obiettivi formativi
Il corso di laurea in Ingegneria Gestionale è nato per rispondere al continuo cambiamento del contesto in cui le imprese competono. In questo scenario, l’ingegnere è sempre più spesso chiamato ad affiancare ai tradizionali ruoli tecnici, conoscenze ed attitudini di natura più ampia: dalla comprensione degli scenari di consumo allo sviluppo di soluzioni innovative, dall'analisi delle dinamiche organizzative alla progettazione di nuovi modelli competitivi. Da queste esigenze nasce la figura dell’ingegnere gestionale, un professionista che (i) comprende i principi scientifici ed ingegneristici fondamentali e la loro declinazione nelle diverse tecnologie adottate in impresa, (ii) conosce contesto, funzioni, processi e sistemi di misura delle prestazioni in ambito aziendale ed industriale, (iii) applica l’approccio scientifico ed ingegneristico  nell'affrontare in modo responsabile problemi ed opportunità in ambito aziendale ed industriale ed (iv) interagisce in modo professionale, efficace e costruttivo con i colleghi in ambito lavorativo.

La Laurea in Ingegneria Gestionale fornisce le competenze per una solida figura professionale, con la possibilità di personalizzare il proprio percorso formativo in relazione a differenti orientamenti:

-Logistica e produzione (Milano Bovisa): pone una maggiore enfasi sui principi di funzionamento, progettazione e modellazione dei sistemi produttivi e logistici, sui fondamenti delle principali tecnologie industriali e sul ruolo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nella gestione e integrazione dell'intero processo logistico (supply-chain), tenendo in debito conto gli aspetti economici collegati;

-Organizzazione (Milano Bovisa e Cremona): si concentra sulla visione dell'impresa come sistema, sulle modalità di organizzazione delle sue attività e sugli strumenti di gestione (bilanci, analisi dei costi, valutazione degli investimenti, analisi competitiva). In tale ambito pone una specifica attenzione sulle interazioni fra scelte gestionali e scelte tecnologiche e sulle problematiche di riorganizzazione e informatizzazione dei processi aziendali;

-Applicativo (Milano Bovisa e Cremona): rivolto a coloro che pensano a una entrata immediata nel mondo del lavoro. Questo piano di studio prevede un tirocinio aziendale, in cui lo studente è direttamente coinvolto in un'esperienza lavorativa.

Ulteriori informazioni:
- Insegnamenti del piano di studi del corso di Milano
- Insegnamenti del piano di studi del corso di Cremona

- Regolamento didattico del corso di laurea di Milano
- Regolamento didattico del corso di laurea di Cremona

Sbocchi professionali
L'ingegnere gestionale è tipicamente presente nelle società di consulenza, nelle imprese industriali, nelle imprese di servizi (energia, telecomunicazioni, trasporti, etc.), nelle banche e nelle assicurazioni nella pubblica amministrazione. Opera in un ventaglio estremamente ampio di attività, tra cui ad esempio: la pianificazione della tecnologia e dei mezzi di produzione, la pianificazione e gestione dei sistemi produttivo-logistici, la pianificazione strategica e il marketing, il controllo di gestione e l'organizzazione, le applicazioni nell'ICT, la gestione dei grandi progetti (impianti manifatturieri e di processo, infrastrutture, R&D). I laureati in Ingegneria Gestionale, previo superamento dell'Esame di Stato, possono iscriversi all'Albo dell'Ordine degli Ingegneri, con il titolo di Ingegnere Iunior.

Formazione successiva
Il laureato in Ingegneria Gestionale può proseguire gli studi in tutti i Corsi di Laurea di secondo livello (Laurea Magistrale), secondo i vincoli stabiliti dalla legge e le norme approvate da ogni singolo Ateneo. Lo sbocco più naturale è il proseguimento degli studi nell'ambito del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano, con ammissione subordinata alla valutazione del curriculum di studi.