Cerca nel sito

Menù di navigazione

Ingegneria Matematica

Sede: Milano Leonardo

Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione

Lingua di erogazione: Italiano

Obiettivi formativi

L’Ingegneria Matematica è un corso di studio trasversale rispetto ad altri corsi di ingegneria esistenti e, nello stesso tempo, molto diverso da un corso di studio in Matematica o Matematica Applicata. Infatti, come tutti gli ingegneri, anche l’ingegnere matematico acquisisce il senso “concreto” dei problemi negli insegnamenti di Fisica, Chimica, Economia, Informatica e di molte altre materie  tecnologiche. La forma mentis propria dell’ingegnere  è quindi un elemento distintivo del corso di laurea in Ingegneria Matematica.

La formazione dello studente è finalizzata alla capacità di usare in modo efficace gli strumenti matematici e metodologici in relazione a problemi concreti e alle diverse situazioni contingenti. Ciò corrisponde a una figura professionale innovativa, con conoscenze di base abbinate a un’ampia competenza sulle moderne metodologie matematiche, numeriche e statistiche per la modellazione, l’analisi e la soluzione di problemi concreti di progettazione e di gestione.

In particolare, il laureato in Ingegneria Matematica acquisisce dimestichezza nell’uso di pacchetti software per la manipolazione di oggetti e strutture matematiche; padronanza delle moderne tecniche di programmazione scientifica e di alcuni dei codici di calcolo a larga diffusione industriale; conoscenza adeguata per comprendere ampie classi di modelli matematici (differenziali, discreti o di altro tipo); conoscenza della modellistica matematica per l’analisi di fenomeni casuali o caratterizzati da variabilità e incertezza; conoscenza della modellistica statistica per l’esplorazione e l’analisi dei dati.

Il percorso formativo prevede un biennio comune per tutti gli studenti.  Il terzo anno, invece, si differenzia a seconda della scelta del percorso formativo: Propedeutico alla laurea magistrale o Applicativo, per un inserimento immediato nel mondo del lavoro.

Sbocchi professionali
Il laureato in Ingegneria Matematica trova collocazione professionale assai varia: presso le divisioni di Ricerca e Sviluppo di grandi società, i centri di studio delle aziende, le istituzioni bancarie, finanziarie e assicurative, i laboratori di calcolo e progettazione, le società di consulenza industriale, gli enti pubblici e privati con finalità di ricerca scientifica e tecnologica. Tra le numerose possibili attività professionali si segnalano: lo sviluppo di studi progettuali approfonditi e basati sull’uso di procedure matematiche avanzate; l’interpretazione statistica e la simulazione di scenari relativi al trattamento di dati in situazioni di grande complessità (gestione ed ottimizzazione, data mining, information retrieval, tecniche di trading, asset allocation, corporate governance); lo sviluppo di procedure matematiche avanzate e di codici di calcolo. I laureati in Ingegneria Matematica, previo superamento dell’esame di stato, possono iscriversi all’Albo dell’Ordine degli Ingegneri, con il titolo di Ingegnere Iunior.

Durata del corso: 3 anni

Insegnamenti del piano di studi

Regolamento didattico del corso di laurea

Formazione successiva
Previa valutazione del curriculum formativo, il laureato può proseguire gli studi nel corso di laurea magistrale in Mathematical Engineering-Ingegneria Matematica. Sempre con ammissione subordinata alla valutazione del curriculum di studi, il laureato può orientarsi verso altri corsi di laurea magistrale o Master di 1° livello.

Menù principale

Sottopagine di questa sezione