Corsi di Laurea

Ingegneria Civile per la Mitigazione del Rischio

*Nuova denominazione del corso di Ingegneria Civile e Ambientale 

Sede
Lecco

Scuola
Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale

Lingua di erogazione
Italiano

Durata del corso
3 anni

Ammissione
Test di Ingegneria

Obiettivi formativi
Il Corso ha come obiettivo quello di formare ingegneri in grado di affrontare le sfide del nostro paese che, a causa delle sue caratteristiche geologiche e geomorfologiche, è soggetto ad eventi naturali (quali ad esempio frane, alluvioni, terremoti) che mettono a rischio tanto le strutture e le infrastrutture presenti sul territorio, quanto la vita stessa dei cittadini.  Per questo motivo da più parti (Enti Territoriali, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, ecc.) emerge la necessità della figura di un ingegnere civile in grado di gestire concretamente e con competenza le situazioni di emergenza e di prevenire possibili situazioni di rischio.

Il Corso di Laurea prevede un percorso didattico fortemente innovativo che, oltre a fornire le conoscenze di base caratterizzanti la figura dell'ingegnere civile, prevede anche esperienze sul campo. Grazie alla presenza sul territorio di casi concreti, sui quali da anni viene svolta attività di ricerca, gli studenti hanno a disposizione dei "laboratori a cielo aperto" (corsi d’acqua, pareti rocciose instabili, ponti, gallerie, ecc.), presso i quali applicare la teoria appresa in aula. La didattica applicata effettuata presso tali laboratori di campo si integra con le attività di ricerca svolte presso i Laboratori del campus (Laboratorio di Geologia e Geofisica applicata, Laboratorio Materiali e Strutture in Calcestruzzo, Laboratorio di Analisi e Modellazione Geotecnica, Laboratorio di Rilevamento e Monitoraggio, Laboratorio di Idraulica Montana).

Nell'ambito del Corso saranno organizzate visite didattiche della durata di 2-5 giorni durante le quali, mediante un approccio multidisciplinare, si lavorerà per la risoluzione di problemi reali. All'interno del Corso di Studi è inoltre previsto un insegnamento svolto in collaborazione con rappresentanti di enti territoriali, aziende di settore e studi professionali che condivideranno le loro competenze e testimonianze.

Ulteriori informazioni:
- Insegnamenti del piano di studi 
- Regolamento didattico del corso di laurea 

Sbocchi professionali

Lo studente, terminati i tre anni, potrebbe entrare nel mondo del lavoro come funzionario delle pubbliche amministrazioni o dipendente di Società private che trattano sia di previsione, prevenzione e gestione dei rischi naturali e di difesa del territorio (monitoraggio e controllo) che di progettazione di strutture ed infrastrutture, nonché della loro manutenzione e sicurezza assumendo un ruolo sia gestionale che progettuale. Altrimenti lo studente può proseguire con la laurea di 2° livello.

Formazione successiva
 L’offerta formativa del Politecnico prevede presso il Polo di Lecco la Laurea Magistrale in Civil Engineering for Risk Mitigation erogata in lingua inglese, mentre, presso la sede di Milano Leonardo, le Lauree Magistrali  in Ingegneria Civile o in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio. Previa valutazione del curriculum di studi, il laureato può orientarsi anche verso altri corsi di laurea magistrale o Master di 1° livello.